L'assistenza domiciliare

A CHI SI RIVOLGE

L’Assistenza Domiciliare si rivolge a persone affette da malattie non guaribili, mediante l’intervento di un’èquipe di professionisti in grado di rispondere ai loro problemi clinici, assistenziali, psicologici e sociali.

 

L'EQUIPE

Il servizio è svolto da un’èquipe multidisciplinare formata da operatori specializzati con esperienza nell’ambito delle Cure Palliative e delle problematiche cliniche, psicologiche, sociali dei malati e dei loro familiari.
L’èquipe è costituita da :
• medici palliatori di cui uno svolge il ruolo di responsabile sanitario;
• infermieri, di cui uno svolge il ruolo di coordinatore
• Operatori Socio Sanitari
• una psicologa
• volontari

 

MODALITà DI ACCESSO AL SERVIZIO E ASSISTENZA

Il servizio è gratuito ed è fornito su incarico dell’ATS (Agenzia di tutela della salute), in collaborazione con il Medico di Medicina Generale.

 
PER L’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO SI RICHIEDE:


Impegnativa su ricettario Servizio Sanitario Regionale da parte del Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta con richiesta di “visita domiciliare in Cure Palliative” completata con diagnosi primaria e diagnosi secondaria.

La presa in carico del malato e della famiglia

Le modalità sono le seguenti :
• Un primo colloquio con i familiari presso la sede con lo scopo di valutare: la consapevolezza del malato e della famiglia rispetto alla diagnosi ed alla prognosi, la situazione famigliare e sociale del malato, le condizioni abitative, le aspettative rispetto al servizio, i bisogni infermieristici e la criticità sintomatica.
• Il primo colloquio, di norma, viene effettuato entro 24/48 ore dal primo contatto.
• Se il contesto famigliare non consente l’effettuazione del colloquio o se esistono i requisiti di urgenza il colloquio viene fatto presso il domicilio.
• Dopo il primo colloquio, entro 24/48 ore, l'Associazione si attiva e viene svolta una prima visita al domicilio dal medico palliatore e dall'infermiera che poi seguirà il paziente, con la presenza, se disponibile, del medico di medicina generale e programmazione di un eventuale colloquio con lo psicologo. Obiettivo di questa prima visita, oltre che la diretta conoscenza del paziente, è la programmazione di un piano terapeutico-assistenziale (PAI).
• Il numero degli accessi domiciliari è determinato in base ai bisogni del malato e continuamente rimodulato al modificarsi delle caratteristiche cliniche.

LE PRESTAZIONI DI CURE PALLIATIVE DOMICILIARI SONO COMPLETAMENTE GRATUITE PER L’UTENTE.

 

OPERIAMO NEI SEGUENTI COMUNI:
ASST lariana:  Albese con Cassano, Bellagio, Blevio, Brienno, Brunate, Carate Urio, Cavallasca, Cernobbio, Como, Faggeto Lario, Laglio, Lezzeno, Lipomo, Maslianico, Moltrasio, Montano Lucino, Montorfano, Nesso, Pognana Lario, San Fermo della Battaglia, Tavernerio, Torno, Veleso, Zelbio.
 
ASST Valtellina e alto lario (M.A.L.): Argegno, Bene Lario, Blessagno, Carlazzo, Casasco d'Intelvi, Castiglione d'Intelvi, Cavargna, Cerano d'Intelvi, Claino con Osteno, Colonno, Corrido, Cremia, Cusino, Dizzasco, Domaso, Dongo, Dosso del Liro, Garzeno, Gera Lario, Grandola ed Uniti, Gravedona ed Uniti, (Gravedona,  Germasino e Consiglio di Rumo), Griante, Laino, Lanzo d'Intelvi, Livo , Menaggio, Montemezzo, Musso, Peglio, Pellio Intelvi, Pianello del Lario, Pigra, Plesio, Ponna, Porlezza, Ramponio Verna, S. Bartolomeo Val Cavargna, Sala Comacina, San Fedele Intelvi, San Nazzaro Val Cavargna, San Siro , Schignano, Sorico , Stazzona, Tremezzina, Trezzone, Val Rezzo, Valsolda, Vercana.

 

Visualizza la carta dei servizi